Cima Ombretta - foto trekking trentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Marmolada

Cima Ombretta

Cima Ombretta 3009 metri s.l.m. escursione ad anello nel gruppo montuoso della Marmolada, con una breve ferrata del Sasso Vernale
Itinerario: Da Trento si va in Val di Fassa ad Alba di Canazei, arrivati ad Alba si parcheggia la macchina nel parcheggio dell'impianto della funivia del Ciampac. Dal parcheggio si prosegue per un breve tratto su di una stradina asfaltata si vedono i cartelli pubblicitari del rifugio Contrin sentiero sat 602 ci vuole circa 1h40 per arrivare al rifugio Contrin. Il sentiero prosegue nel bosco su strada sterrata con delle deviazioni per evitare i vari tornanti. Dopo circa 20 minuti si giunge alla Baita Locia de Contrin 1736 metri s.l.m. Un tratto boschivo poi si arriva in una vallata Val del Contrin, con l'omonimo torrente Contrin, si arriva al rifugio Malga Cianci 1824 metri s.l.m. Da qui ci si impiega circa 30 minuti per arrivare al rifugio Contrin 2016 metri s.l.m. Dal rifugio Contrin si prosegue sul sentiero sat 607 Val Rosalia 2020 metri s.l.m. Poco sopra al rifugio si trova la malga Contrin, e i cartelli sat 607 che indicano la ferrata del Sasso Vernale. Il sentiero prosegue lungo prati,si arriva ad un bivio con il sentiero sat 607 e il sat 609, si prosegue sul sat 607 in direzione della ferrata. Man mano che si sale si abbandonano i prati per ritrovarsi su sentiero ghiaioso, dopo circa 50 minuti si giunge all'incrocio con il sentiero sat 607 Passo Cirelle e il 612 Passo Ombrettola e le indicazione per la ferrata Vernale Cima Ombretta 1h40 Passo Ombretta 2h20 circa. Da questo bivio ci si impiegano circa 20- 30 minuti ad arrivare all'attacco delle ferrata, si prosegue su sentiero  ghiaioso.
La ferrata non è lunga sono circa 15 minuti, alla fine della ferrata comincia l'ultimo tratto che porta alla Cima Ombretta, si sale lungo una valle formatasi con il ghiacciaio del Sasso Vernale ancora si può vederne una parte del ghiacciaio che scende dall'omonima cima Sasso Vernale. Lungo la salita si può godere di un bel panorama sulla val di S. Nicolò, cima Col Ombert, e di frante la cima di Punta Penia e cima Ombretta. Si arriva ad una forcella con il sentiero che porta alla cima Ombretta e il sentiero che verso il Passo Ombretta. La salita verso la cima è segnata con vecchi paletti di ferro ci si impiegano circa 10 minuti, dalla cima si gode di un stupendo panorama sulla Marmolada, e i vari gruppi montuosi e le valli sottostanti.
Rientro: Si riscende dalla cima fino alla forcella e si prosegue lungo un sentiero passando delle postazioni della prima guerra mondiale, fino ad arrivare al bivacco Marco Dal Bianco 2730 metri s.l.m. Dal bivacco al Passo Ombretta 2700 metri s.l.m. In circa 5 minuti si è al passo. Passo Ombretta domina la Val Rosalia e l'accesso alla forcella della Marmolada, durante la prima guerra mondiale è stato un punto strategico per l'esercito Italiano che venne occupato fin da subito l'inizio della guerra, si possono ancora vedere le postazioni di artiglieria e trincee, e il ricovero di comando.
Dal Passo Ombretta si scende lungo il sentiero sat 610, ad arrivare al rifugio Contrin ci vogliono circa 1h30. Si scende lungo Val Rosalia con il primo tratto di sentiero su ghiaia, man mano che si scende ci si trova su sentiero con fondo erboso. Si arriva ad un bivio Val Rosalia 2400 metri s.l.m. con il sentiero sat 610 Passo Ombretta e il 606 rifugio Contrin 40 minuti. Giunti al rifugio Contrin si ripercorre il sentiero dell'andata fino al parcheggio del Ciampac.
Difficoltà: escursione EE escursionisti esperti il tratto di ferrata EEA escursionisti esperti attrezzati. Tempo di percorrenza: escursione in totale 7h30 di cui 15 minuti di ferrata.
Torna ai contenuti | Torna al menu