Via Ferrata del Majarè Gruppo del Catinaccio - foto trekking trentino

Vai ai contenuti
Ferrate


Via Ferrata del Majarè


La ferrata de Majarè è una escursione ad anello nel Gruppo del Catinaccio lungo la cresta del Majarè, con la possibilità di arrivare fino alla Cima Roda De Vael.
Itinerario: Da Trento si va verso il Passo di Costalunga 1752 metri s.l.m. (BZ), ( altro punto di partenza per l'escursione è dal paese di Carezza, con l'omonimo lago circa 1 km prima del Passo, qui parte la seggiovia che porta al rifugio Paolina. Io son salito dal Passo di Costalunga) Arrivati al passo ci si ferma nel parcheggio per l'impianti di risalita fronte al Hotel Savoy. Dal parcheggio si può ammirare il panorama del Majarè e la Roda De Vael. Sulla sinistra del Hotel Savoy c'è una strada sterrata dove inizia il sentiero sat 552. In circa 10 minuti si arriva ad un bivio con cartelli sat 552- 548 si prosegue per il rifugio Roda de Vael sat 548. Il sentiero prosegue su strada sterrata fino ad arrivare ad una malga da qui si prosegue su normale terreno erboso fino ad arrivare al Rifugio Roda De Vael 2280 metri s.l.m. e la vicina Baita M. Pederiva 2273 metri s.l.m. Dal rifugio si prendono le indicazione per la Ferrata Majarè, il sentiero è ben visibile si arriva sotto la Punta del Majare si sale con modesta pendenza fino ad arrivare all'attacco della ferrata. La ferrata comincia con un breve tratto in discesa che porta sotto la salita per un camino. All'uscita del camino si prosegue salendo lungo la parete, per poi fare un tratto in piano che ci porta a scendere lungo un altro camino, per ritrovarci su un breve tratto di sentiero attrezzato, per poi continuare a salire lungo la parete. La ferrata è un continuo di susseguirsi di tratti brevi di sali scendi fra le rocce della cresta, con dei bei panorami sulle cime circostanti. L'ultimo tratto è tutto in discesa passando sotto la cima Roda Dal Diaol 2727 metri s.l.m. Alla fine della ferrata ci si trova su di un sentiero che porta verso il Pian del Diaol 2625 sotto la Cima Torre Finestra. (da qui si può rientrare verso il rifugio Roda De Vael) Proseguendo si va verso la Cima Roda De Vael 2803 metri s.l.m. (vedi escursione Ferrata Roda De Vael)
Rientro:Dalla cima Roda De Vael si scende lungo la dorsale sentiero su ferrata per il Pas dal Vaiolon 2565 metri s.l.m. (vedi itinerario rientro Ferrata Roda De Vael). Arrivati al Passo si prosegue sul sat 09 Rifugio Paolina 2125 metri s.l.m. Si scende lungo un canalone ghiaioso dove alla fine porta a incrociare il sentiero sat 551. Mentre si scende si notano due sentieri quello basso porta direttamente verso il Rifugio Paolina, mentre quello più in alto porta verso il Monumento Christomannos un'aquila di bronzo alta 2,50 metri dedicata a Theodor Christomannos pioniere del turismo in montagna nato il 1854 morto nel 1911 che ideo la strada che collega Bolzano con Dobbiaco per la Val D'Ega, Passo Costalunga, Val di Fassa. Per un tratto si prosegue per il sat 551 poi si trova una deviazione per il sat 549 che porta verso il monumento. A sinistra del monumento a circa 10 metri c'è un sentiero che scende a zig zag lungo un versante erboso che si congiunge con il sentiero sat 548 quello dell'andata, e in circa 20 minuti si arriva al parcheggio.
Difficoltà: EEA escursionisti esperti attrezzati Tempo di percorrenza: 2 ore la ferrata del Majarè in totale 6 ore  
Traccia GPS Ferrata Majarè Download

Torna ai contenuti