Ferrata Sandro Pertini - foto trekking trentino

Vai ai contenuti
Ferrate


Ferrata Sandro Pertini

La ferrata è stata smantellata nel 2014 La ferrata Sandro Pertini si trova sul versante a sud del Monte Stevia, monte che domina il paese di Selva Val Gardena (Bz) nel Parco naturale Odle. Escursione ad anello passando dal Rifugio Stevia, salendo al Col Da la Pieres, da qui verso il Rifugio Puez, proseguendo per il rientro lungo la Vallunga.
Itinerario: Da Trento si prende l'autostrada del Brennero in direzione Bolzano, dopo (Bz) si esce al casello di Chiusa e si prosegue verso la Val Gardena fino ad arrivare al paese di Selva. Arrivati a Selva si seguono l'indicazione per Vallunga dove si trova anche il parcheggio a pagamento nei pressi della baita Ciasota. Nei pressi della baita vicino a un cancello di legno ci sono i cartelli segnavia. Si prende il sentiero n.14 Vallunga, quello a sx. La prima parte del sentiero è su prato, per poi prosegue su strada boschiva sterrata, in circa 10 minuti si arriva a un bivio. Non proseguire a dx l'indicazione per il Rifugio Puez, si continua dritti. Il sentiero sale con pendenza discreta, dopo circa 5 minuti sul lato di sx si vede un ometto di sassi, si prosegue a sx, in 10 minuti si arriva all'attacco della ferrata. Il primo tratto della ferrata non è attrezzato, ci si deve arrampicare per circa 6 metri su roccia ci sono dei buoni punti d'appoggio, dopo di che c'è l'inizio del cordino. Si sale in verticale lungo la parete, ci sono dei scalini artificiali, e una breve scala. Alla fine della scala si prosegue a sx un breve tratto in cengia, per poi proseguire in verticale lungo la parete, con alcuni spostamenti verso sx e dx anche qui sono presenti alcune staffe. Alla fine di questo tratto la ferrata continua lungo un sentiero attrezzato fra erba e roccia, per poi continuare in verticale su roccia, con alcuni passaggi in traverso aggirando delle rocce esposte, fino ad arrivare ad una scala in ferro in orizzontale per passare sopra ad un burrone sono circa 10 metri. Qui inizia l'ultimo tratto della ferrata, è in verticale e richiede uno sforzo di braccia. A meta di quest'ultimo tratto si trova una cengia dove c'è anche il libro di vetta. Si affrontano l'ultimi metri di ferrata lungo una scala circa 10 metri e l'ultimo tratto di cordino, si arriva sul piano erboso del Monte Satavia dove si gode di un splendido panorama. Verso il Col Da la Pieres 2750 metri s.l.m: Si prosegue verso il Rifugio Stavia 2312 metri s.l.m. Si continua sul sentiero n17 per raggiungere la cima del Col Da la Pieres circa 1h30. Il sentiero è quasi pianeggiante fino al bivio con il sentiero N. 17B Rifugio Firenze il proseguo del N.17. Si comincia a scendere in lieve pendenza verso un ghiaione per arrivare alla base rocciosa del Col Da la Pieres. La salita verso la cima è su sentiero con fondo roccioso in discreta salita, con alcuni tratti serviti da un cordino di sicurezza, dei gradini in legno per sostenere il fondo ghiaioso. Ci vogliono circa 45 minuti per arrivare sulla pianeggiante cima e godersi del bel panorama. Verso il Rifugio Puez 2475 metri s.l.m: Dalla croce di vetta del Col Da la Pieres. Si attraversa la piana prendendo come riferimento i classici ometti di pietra, fino ad arrivare sulla cresta, dove un bollo rosso segna il sentiero n2, scendo lungo la parete del Col Da la Pieres. Si scende a zig zag con buona pendenza su terreno ghiaioso, fino ad arrivare a un bivio con il sentiero n17 Rifugio Firenze e il proseguo del sentiero N.2. Si prosegue con lieve salita su terreno ghiaioso, con un breve traverso servito da cordino di sicurezza. Si prosegue in lieve salita, per poi continuare in discesa fino al bivio con il sentiero 3b, che porta verso la cima del Piz Duleda 2900 metri s.l.m. Si continua sul n2 in circa 1 ora si è al Rifugio Puez. Si attraversa una valle su comodo sentiero fra prati fino ad arrivare a un altro bivio con il sentiero N.3a Rifugio Genova si prosegue sul n2 da qui mancano circa 30 minuti al Puez. In circa 20 minuti si arriva ad altro bivio con il sentiero n2 e il n16 che scende verso la Vallunga fino al parcheggio ci vuole all'incirca 1h50, per il rifugio Puez mancano 20 minuti. Rientro: Dal rifugio si prende il sentiero n14 che scende verso la Vallunga. Il primo tratto di sentiero è in discreta pendenza su fondo ghiaioso, per poi proseguire alla fine di un canalone fra mughi e pini. Nell'ultima parte su prato adibito al pascolo fino ad arrivare al parcheggio, ci vogliono circa 2 ore dal rifugio Puez.
Difficoltà: EEA escursionisti esperti attrezzati per la ferrata EE escursionisti esperti verso il rif. Puez. Tempo di percorrenza: 1h30 di ferrata per un totale di 8-9 ore  Traccia GPS ferrata Sandro Pertini Download

Torna ai contenuti