Catena del Lagorai Monte cola Monte Fravort - foto trekking trentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lagorai

Monte Cola Monte Fravort

 

Escursione ad anello nel gruppo del Lagorai occidentale che ci permette si salire 4 cime Monte Cola 2268 metri s.l.m. - Cima Hoabonti 2342 metri s.l.m. - Monte Gronlait 2383 metri s.l.m. - Monte Fravort 2347 metri s.l.m. con partenza e arrivo al rifugio Serot 1640 metri s.l.m. Itinerario: Da Trento si prende la statale della Valsugana si va al paese di Roncegno si prosegue verso la chiesa di Roncegno proseguire verso Ronchi si arriva ad un incrocio dove si trovano le indicazioni per il rifugio Serot, dopo l'incrocio circa 2 km sulla sinistra ci sono delle bacheche in legno si prosegue  lungo la stradina in salita e si seguono le indicazioni per il rifugio. Arrivati al rifugio il sentiero inizia su strada forestale, la prima parte della strada è boschiva per poi aprirsi sui dei pascoli. Si arriva il alla località Trenca 1699 metri s.l.m. dove si trova anche la malga Trenca da qui comincia il sentiero sat 323. dopo circa 30 minuti di cammino si arriva ad un bivio Col del Sète 1868 metri s.l.m. dove parte il sentiero per il Col del Chelder 40 minuti circa e in 1 ora al Monte Cola. Da qui si può godere del panorama delle cime della Val dei Mocheni della catena del Sette Selle. Il sentiero sale verso il Col del Chelder con buona pendenza senza alcuna difficoltà particolare. Il sentiero prosegue poco sotto la  cima del Chelder, si vede la croce di vetta (volendo si può salire) da qui ci si mette ancora circa 40 minuti per arrivare alla cima del Monte Cola. Si scende dal Monte Cola si prosegue lungo una dorsale verso la Cima Hoabonti ci si arriva in circa 40 minuti con i panorami sulle cime che dividono le due valli Val dei Mocheni e la Valsugana e sotto la piana dei sette Laghi. Dalla cima del Hoabonti si scende verso il Passo della Portela 2152 metri s.l.m. La discesa dalla cima non è del tutto semplice almeno per la prima metà ci si trova su di un ghiaione con una buona pendenza, il sentiero è abbastanza intuitivo, alla fine del tratto più ripido ci si trova su di un sentiero con modesta discesa che porta fino al Passo della Portela. Dal Passo ci vogliono circa 40 minuti per la cima del Gronlait il sentiero sale con buona pendenza su tratti erbosi e con tratti su fondo ghiaioso. Dalla cima del Monte Gronlait ora si prosegue verso il Monte Fravort il sentiero inizialmente è lungo una cresta su rocette con modesta pendenza, per poi proseguire per un tratto su terreno erboso, per poi continuare in cresta su rocette fino alla Forcella Fravort 2166 metri s.l.m. Dalla forcella si sale alla cima del Fravort in circa 40 minuti sulla sua cima si trovano i resti delle trincee in parte restaurate da qui si può godere del panorama sulle cime e la piana della Valsugana. Rientro: Dalla cima del Fravort si riscende verso la forcella del Fravort, da qui si prosegue per un tratto sul sentiero sat 325 E5 fino ad incrociare una deviazione con il sat 325 che porta verso il Passo della Portella. Io ho evitato d'andare fino al passo ho deviato scendendo lungo il fianco erboso dopo aver passato due canaloni, per prendere il sentiero sat 371. Questo sentiero non è ben segnato, si vedono i classici segni bianco rossi su sasso, si arriva ad un bivacco da qui si prosegue su una traccia più visibile fino ad incrociare una strada forestale, dove si trovano i cartelli sat 372-371. si prosegue sul sat 371. si arriva ad un bivio segnato dal cartello sat, Rif. Serot, dopo circa 20 metri sulla destra c'è un sentiero che porta al piccolo Laghetto delle Prese in 5 minuti. Si ritorno sul sentiero 371 si arriva alla Malga Fravort e da qui in circa 10 minuti si è al rifugio Serot. Difficoltà: EE escursionisti esperti Tempo di percorrenza: circa 6 ore
TRACCIA GPS MONTE COLA MONTE FRAVORT DOWNLOAD

Torna ai contenuti | Torna al menu