Monte Corno Battisti sentiero Franco Galli - foto trekking trentino

Vai ai contenuti
Rifugio Vincenzo Lancia


Monte Corno Battisti sentiero attrezzato Franco Galli

Escursione ad anello sul Monte Corno Battisti 1761 metri s.l.m. partendo dal paese di Valmorbia passando per le gallerie postazioni scavate sotto la cima del Monte Corno Battisti salendo per il sentiero attrezzato Franco Galli. Itinerario: Da Trento si va verso Rovereto, si prosegue per la Vallarsa , si passa il paese di Trambileno, di Boccaldo, si arriva a Valmorbia. Giunti a Valmorbia si prosegue sulla strada provinciale dopo 1 km sulla sinistra si vede un cartello indica la località Tezze sono anche visibili i cartelli sat che indicano il sentiero 122. Si fanno 500 metri circa e fronte a noi si vede un parcheggio da li comincia l'escursione. Poco distante dal parcheggio si vede l'indicazione per Tezze e il sentiero sat 122b Sella di Trappola – Monte Corno Battisti circa 3h30. Il primo tratto è strada asfaltata con discreta pendenza dopo circa 10 minuti si arriva ad un bivio, il sentiero del rientro il sat 123 e il sat 122 che risale la Val Granda di Valmorbia da qui in poi il sentiero diventa boschivo e con buona pendenza si sale fino alla Malga Trappola 1320 metri s.l.m. dove c'è una targa in ricordo di Cesare Battisti. Da qui si prosegue verso la Sella di Trappola 1434 metri s.l.m. il sentiero non è ben visibile si prosegue verso destra a circa 10 metri dalla malga sul tronco di un pino si vedono i classici segni bianco rossi e una stretta traccia in circa 15 minuti si arriva alla Sella bivio con il sat 122b- 122. Si prosegue sul sat 122 fra sentiero boschivo e qualche roccia, incontrando una prima postazione della prima grande guerra mondiale. Il sentiero si fa meno boschivo e dopo circa 10 minuti dalla postazione, c'è il primo tratto di sentiero attrezzato con cordino di sicurezza 10 metri circa, si sale su roccia fino ad arrivare ad una postazione, una delle tante che si trovano lungo il sentiero. Si incontra altro breve tratto di sentiero attrezzato circa 10 metri, il sentiero continua a risalire fra rocce e boscaglia fino ad arrivare al Cappello di Pulcinella, per salire ci sono dei gradini e un cordino di sicurezza 5 minuti circa, è una postazione scavata nella roccia con gallerie, dove ci sono delle feritoie che danno sulla valle e sul Monte Corno, e si vede il sentiero che porta verso la prima galleria, e c'è anche un punto panoramico. Si riscende dal Cappello di Pulcinella si prosegue sul sat 122, un breve tratto boschivo e ci si trova sotto le rocce del Monte Corno, e anche la prima galleria che porta all'interno del monte, Il sentiero è un susseguirsi di tratti in galleria, si arriva ad una scala con gradini in roccia, da qui si continua per un breve tratto di boscaglia e con un breve traverso erboso e ghiaia si arriva ad una galleria, si sale lungo una scalinata dove alla fine di questa si va all'esterno, dove si trova il fregio a ricordo della 33° Compagnia minatori e della 160° Compagnia zappatori, un breve tratto di galleria con scalini e si è all'esterno, si prosegue su una breve tratto di cengia circa 10 metri servita da un cordino di sicurezza, si risale un tratto fra rocce e si arriva su di un pianolo. Fronte a noi si vede il classico cartello di sicurezza sentiero attrezzato che porta alla galleria principale la parte interna del sentiero attrezzato Franco Galli. Il sentiero risale all'interno della montagna servito da cordino di sicurezza ci sono delle gallerie chiuse, si arriva ad un bivio c'è anche una cisterna con il stemma della 127° Compagnia zappatori. Una targa che che indica una postazione Posto di Medicazione a sinistra e a destra Pozzo della Carrucola, si tratta di un pozzo che durante la guerra serviva per il recupero e il calare di materiale, ora lo si può percorrere è attrezzato da un cordino e gradini di ferro sono circa 20 metri alla fine del pozzo si esce e ci si trova sul sentiero che porta verso il Monte Corno Battisti. Questo tratto di sentiero attrezzato in galleria lo si può anche evitare proseguendo lungo il sentiero per il Monte Corno. ( io li ho fatti entrambi) Da qui ci si impiega circa 15- 20 minuti per arrivare alla cima del monte corno Battisti l sentiero risale a zig zag si arriva al bivio con l'indicazione per il Monte Corno Battisti in circa 5 minuti si è sulla cima dove si trovano i resti di una postazione della guerra. Rientro: dalla cima si scende lungo la cresta verso la Selletta Battisti 1740 metri s.l.m. dove c'è un altare una targa in ricordo di un ufficiale Italiano morto durante la battaglia per la conquista del Monte Corno e due ceppi in pietra in ricordo alla cattura di Cesare Battisti e Fabio Filzi. Si prosegue sul sat 119b verso il Valico del Menderle 1679 metri s.l.m. circa 30 minuti, da qui si prosegue sul sat 123 Tezze- Valmorbia, il sentiero scende con discreta pendenza la prima parte con fondo sassoso per poi proseguire su sentiero boschivo, dopo circa 1h40 si arriva ad incrociare il sentiero dell'andata il sat 122 ci vogliono ancora circa 10 minuti per arrivare al parcheggio.
Difficoltà E escursionistica EE per i tratti attrezzati Tempo di percorrenza 5-6 ore
Ricordarsi di portare un frontalino

Torna ai contenuti