Ferrata Eterna Brigata Cadore Marmolada - foto trekking trentino

Vai ai contenuti
Via Ferrata Eterna Brigata Cadore

La via ferrata Eterna nome originario Brigata Cadore percorre una vecchia via lungo il Piz Serauta nel gruppo montuoso della Marmolada, con partenza dal Passo Fedaia e arrivo nella zona monumentale della prima guerra mondiale a Serauta. Il percorso è lungo ci vogliono circa 5-6 ore da qui prende il nome eterna, tutta via il panorama che si gode lungo la via è splendido. E divisa in tre sezioni una prima parte che risale lungo una parete in diagonale e in verticale, la seconda parte lungo un lastrone che aumenta man mano che si risale, e l'ultima parte lungo la cresta con dei sali e scendi con tratti esposti, per poi terminare sopra la zona monumentale di Serauta della prima guerra mondiale avamposto Italiano. Per il rientro si può usufruire dell'impianto di risalita che porta a Malga Ciapela, o scendendo lungo il ghiacciaio della Marmolada.
Itinerario: Dal parcheggio di Passo Fedaia nei pressi del Rifugio Fedaia ci si incammina verso la pista da sci, la si risale fino ad incrociare una indicazione su di un masso sulla sinistra che indica la direzione per l'attacco della ferrata eterna ( F.E.), Si risale il pendio a zig zag per giungere su di un ghiaione che porta all'attacco delle ferrata. Ferrata: La prima parte della ferrata e in diagonale, per poi proseguire un tratto di traverso esposto, per proseguire in diagonale con tratti di roccia che possono essere umidi, ci si trova ad affrontare tratti in verticale esposti, sia in diagonale e in orizzontale, fino ad arrivare su di un terrazzino, da qui si prosegue in verticale ultimo tratto della prima parte della ferrata. La seconda parte della ferrata e lungo una lastrone in verticale man mano che si sale aumenta la pendenza, fino ad un punto per far sosta, che coincide con l'inizio del tratto che porta lungo la cresta. La terza parte della ferrata la si affronta in una sorta di sali e scendi lungo la cresta con tratti esposti lungo la cresta, e tratti esposti in verticale e in diagonale, nell'ultimo tratto della ferrata ci si cala lungo un camino attrezzato da scalini in ferro. Finito il camino si percorre una cengia che porta alla fine della ferrata e all'inizio della zona monumentale della prima guerra mondiale di Serauta, avamposto Italiano, dove si possono visitare i resti di gallerie, postazioni di artiglieria, trincee, postazioni di osservazione, ricoveri per i soldati. Alla fine della zona monumentale ci si dirige verso l'impianto di risalita di Malga Ciapela, e da qui per il rientro. Rientro: Per il rientro si può usufruire dell'impianto di risalita che porta a Malga Ciapela e con mezzo pubblico verso il Passo Fedaia. Oppure valutando le condizioni del ghiacciaio e essere muniti dell'attrezzatura per affrontare una discesa lungo il ghiacciaio della Marmolada, fino ad arrivare alla pista da sci e da qui proseguire fino al Passo Fedaia.
Difficoltà: Ferrata impegnativa si per la lunga percorrenza circa 5-6 ore e anche per tratti esposti, per il rientro lungo il ghiacciaio è da valutare le condizioni, e avere l'attrezzatura adeguata per il ghiaccio.
Torna ai contenuti