Dolomiti di Brenta sentiero Val Vallon - FotoTrekkingTrentino

Vai ai contenuti
Sentiero del Vallon

Escursione nel Gruppo del Brenta in luogo selvaggio, e poco frequentato lungo un sentiero dismesso della sat il sat 359, con accesso dalla Val D'Algone portava al Passo del Vallon fra la Cima Selvata e Cima Prato Fiorito. La traccia non sempre è ben visibile ci sono vecchi segni sat e alcuni omenetti di pietra. Il rientro è per lo stesso sentiero dell'andata. Introduzione: Da Trento si va a Stenico. Dal paese di Stenico si prosegue in direzione per la Val D'Algone, percorrendo la valle fino al parcheggio del Rifugio Brenta. Dal Parcheggio ci si incammina lungo la forestale sentiero sat 333 che porta verso Malga Nambi. Si giunge al bivio Malga Vallon 1250 metri s.l.m. sentiero sat 333 e il C22 si prosegue per Malga Movlina strada forestale, a circa 500 metri su una curva si vede una stanga forestale da li a inizio il sentire del Vallon. Il prima tratto di sentiero è fra boscaglia diminuendo man mano che si sale lasciando posto a mughi e pietre. Si arriva al primo punto Busa Fonda 1800 metri s.l.m. tipica valle a U di un ex ghiacciaio. Si traversa la Busa Fonda e si prosegue fra mughi e pietre fino ad giungere a una forcella 1930 metri s.l.m. Si continua salendo su un ultimo tratto di vegetazione per poi proseguire su sentiero pietroso fino a qui la traccia è parzialmente visibile è segnata con ometti di sasso. Alla fine del tratto erboso inizia il sentiero che porta a Busa di Vallon Inferiore 2277 metri s.l.m. sulle rocce sono visibili dei vecchi segnavia sat. Si prosegue salendo su massi detritici  fino a arrivare su un semipiano erboso dove è ben visibile la gola che porta alla forcella di Busa Inferiore. Giunti alla forcella ci si trova di fronte alla gola glaciale di Busa Inferiore ci sono alcuni segni sat e ometti di pietra, che indicano la direzione per Busa di Vallon Superiore, e dove termina anche l'escursione. Da qui si proseguiva per arrivare al Passo Vallon ma ora mai il sentiero non esiste più il terreno è molto instabile, continuano a esercì crolli di rocce, cedimenti  e la Sat a deciso la chiusura per la pericolosità. Difficoltà: EE escursionisti esperti sentiero dismesso dalla Sat traccia poco evidente e segnavia sat mancanti solo qualche omenetto.
Torna ai contenuti