Ferrata Bolver Lugli Cima Vezzana - foto trekking trentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ferrate
    
Ferrata Bolver Lugli Cima Vezzana

Escursione nel gruppo montuoso delle Pale di San Martino, con salita alla Cima Vezzana. La via ferrata Bolver Lugli risale la parete sud del Cimon della Pala, si impiegano 2 ore per percorrerla, e si arriva ad una altezza di 3000 metri s.l.m. poco distante dalla fine della ferrata si trova il bivacco Fiamme Gialle 3005 metri s.l.m. Durante la salita si può godere dei bei panorami e la vista sul paese di San Martino di Castrozza. Per raggiungere l'attacco della ferrata si può partire dal paese di San Martino di Castrozza con l'impianto della funivia Col Verde, oppure (fatta da me) partendo dalla Malga Fosse nelle vicinanza del Passo Rolle.
Itinerario: Da Trento si va verso il Passo Rolle, dopo circa 2 km proseguendo verso il paese di San Martino di Castrozza si arriva alla Malga Fosse 1930 metri s.l.m. dove è possibile parcheggiare. Da qui parte il sentiero sat 712 chiamato sentiero dei finanzieri. Il sentiero non presenta grosse difficoltà, ci sono lievi sali scendi in circa 1 ora si arriva al bivio con il segnavia che indica l'attacco delle ferrata Bolver Lugli, da qui ancora 5 minuti.
Ferrata: La ferrata sale lungo la parete sud del Cimon della Pala, per completarla ci si impiegano 2 ore. La  prima parte della ferrata la si affronta superando delle rocce di primo secondo grado, con tratti in verticale e traversi, fino ad arrivare su di un piano, si prosegue lungo un breve traverso, per poi continuare lungo una verticale aumentandone la pendenza. Il tratto più impegnativo lo si trova dopo aver superato un camino, circa poco dopo metà ferrata, ci si trova ad affrontare delle placche con tratti esposti e verticali, comunque non mancano punti d'appoggio per piedi e prese per le mani. L'ultimo tratto della ferrata si sale in verticale, si giunge ad una piccola forcella dove è già visibile il bivacco Fiamme Gialle, si aggira un roccia e si prosegue su una breve cresta dove alla fine di questa è anche la fine della ferrata 3000 metri s.l.m. Il sentiero prosegue su terreno ghiaioso fino ad arrivare al bivacco Fiamme Gialle poco sopra i 3005 metri.     
Salita Cima Vezzana 3190 metri s.l.m.: Dal bivacco Fiamme Gialle per giungere la cima ci si impiega 1 ora. Dal bivacco si prosegue scendendo su sentiero ghiaioso che porta verso il Passo del Trevignolo 2925 metri s.l.m. da qui si continua su ripido sentiero fino ad una forcella. Dalla forcella si prosegue salendo lungo la cresta sentiero sat 716 su roccette, e un breve tratto di nevaio. Poco sotto la cima si trova anche il segnavia per il Rifugio Mulaz- Bivacco Brunner- e la ferrata Gabitta D'Ignoti. Arrivati sulla cima Vezzana non c'è la classica croce di vetta, ma a segnare la cima ci sono dei sassi segnavia omenetti.
Rientro: Dalla cima Vezzana si percorre il sentiero di salita fino al Passo del Trevignolo. Giunti al passo si prende il sentiero che scende lungo il canalone Val dei Cantoni, dove nei inverni più nevosi c'è la presenza di un ghiacciaio. Il sentiero scende a zig zag fra rocce e quello che resta del ghiacciaio ( in questa mia escursione) fino ad arrivare alla fine del canalone. Qui si continua per un tratto su sentiero ghiaioso per poi cominciare a salire su breve tratto di rocce in direzione del  Passo Bettega 2658 metri s.l.m. Dal passo si scende lungo sentiero sempre ghiaioso fino ad arrivare ad un bivio che porta verso il rifugio Rosetta, o proseguire ( come ho fatto io) su questo sentiero che porta a incrociare il sentiero sat 701 che proviene dal rifugio Rosetta. Il sentiero fatto da me prosegue scendendo fra roccette alla fine si trova una breve discesa di circa 10 metri servita da cordino, in circa 1 ora si arriva all'incrocio con il sat 701. Giunti sul sentiero sat 701 si prosegue verso il Passo  Rolle. Il sentiero è escursionistico si arriva fino al bivio dell'attacco della ferrata poi si prosegue sul sentiero dell'andata verso il parcheggio della Malga Fosse. Dall'incrocio con il sat 701 ci si impiega circa 1h30 per arrivare al parcheggio.
Difficoltà: EE escursionisti esperti – in ferrata EEA escursionisti esperti attrezzati NB: per il rientro nel canalone Val dei Cantoni prendere in considerazione lo stato del ghiacciaio. Tempo di percorrenza: ferrata 2 ore escursione in totale dalle 7ore 7h30 circa Traccia GPS Ferrata Bolver Lugli Download


Torna ai contenuti | Torna al menu