Via Ferrata Roda di Vaèl Gruppo montuoso del Catinaccio - foto trekking trentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ferrate


Via Ferrata Roda di Vaèl

Escursione ad anello con salita tramite ferrata alla cima Roda de Vaèl 2806 metri s.l.m. nel Gruppo montuoso del Catinaccio.
Itinerario: Da Trento si va verso la Val di Fassa verso il paese di Vigo di Fassa, arrivati in paese si va verso il parcheggio dell'impianto della funivia. Si prende la funivia e si arriva al Rifugio Ciampedie 2000 metri s.l.m. Da qui si prosegue per il sentiero sat 545 verso il rifugio roda di Vaèl 1h30 circa, il sentiero non presenza difficoltà particolari in parte è su strada carrozzabile e in parte boschivo. Dopo circa 1 ora di cammino si arriva Mandra de Vaèl 2105 metri s.l.m. dove si può vedere in lontananza il rifugio Roda de Vaèl, e ammirare il panorama sulle cime sovrastanti alla piana. Da qui in circa 30 minuti con lieve salita si arriva al rifugio Roda de Vaèl. Arrivati alla forcella Vaèl 2280 prima del rifugio troviamo la Baita Marino Pederiva, da qui in 5 minuti si è al rifugio Roda di Vaèl. Dal rifugio si prosegue su sentiero n01 Torre Finestra. Si arriva ad un piano Pian de Majare si prosegue verso la Torre Finestra e in circa 10 minuti si arrivo all'inizio del primo tratto di ferrata che porta alla cima Roda de Vaèl. Questo  primo tratto di ferrata non è molto impegnativo è un sentiero attrezzato con un passaggio in un breve camino servito da una scala in ferro. All'usita del camino ci si trova sul di un piano Torre Finestra 2540 metri s.l.m. qui c'è il bivio il  sentiero che porta verso la via ferrata del Majare e un sentiero che porta verso il Pian dal Diaol 2625 metri s.l.m. si prosegue verso il Pian del Diaol. Arrivati al Pian del Diaol inizia il tratto di ferrata che porta verso la cima  Roda de Vaèl. Dal Pian si scende verso la Forcella de le Rode 2605 metri s.l.m. questo è il tratto della ferrata più impegnativo con un passaggio un pò esposto. Arrivati sul piano della forcella si riprende la ferrata si risale la parete passando per un breve camino tramite una scala in ferro, il resto della ferrata è servito da cordino di sicurezza non molto impegnativo, alla fine della ferrata ci si ritrova su di un sentiero che porta fino alla croce di vetta Rode de Vaèl 2806 metri s.l.m.
Rientro: Dalla cima roda de Vaèl si scende lungo la parete una ferrata servita da cordino di sicurezza non è molto impegnativa alcuni tratti un po'esposti, si arriva al Passo dal Vaiolon 2565 metri s.l.m. Dal passo si prosegue sul sentiero sat 551 fino ad incrociare il sentiero sat 541. Si prosegue sul sat 541 in direzione del Passo de le Zigolade, Rif. Vaiolet- Preuss-Gardeccia. In circa 40 minuti su sentiero con fondo sassoso si arriva al Passo de le Zigolade 2552 metri s.l.m. Dal passo si prosegue sul sat 541 verso il Rif. Vaiolet 1h30- Gardeccia 1h40 il sentiero non presenta particolari difficoltà. A circa 15 minuti dal rifugio c'è una deviazione che porta direttamente sul sentiero sat 546 strada carrozzabile verso il rifugio Stella Alpina 1960 metri s.l.m. pochi metri sotto il rifugio Gardeccia 1949 metri s.l.m. da qui si prosegue sul sentiero sat 540 in direzione del rifugio Ciampedie, dal rifugio si prosegue sul sat 544 che in circa 1h30 si arriva a Vigo di Fassa al parcheggio dell'impianto della funivia.
Difficoltà: EEA escursionisti esperti attrezzati Tempo di percorrenza: 6-7 ore
TRACCIA GPS RODA DI VAEL DOWNLOAD

Torna ai contenuti | Torna al menu