Gruppo Ortles Cevedale Cima Nera Monte Vioz Punta Linke - foto trekking trentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gruppo Ortles Cevedale


Monte Vioz Punta Linke


Escursione ad anello sul Monte Vioz 3645 metri s.l.m. con breve attraversata sul ghiacciaio fino a Punta Linke. 3632 metri s.l.m. dove si trova uno dei punti più importati di difesa austro ungarico della prima guerra mondiale e anche l'unico in tutta Europa per via della della posizione altre 3000 metri d'altezza.( per informazioni più dettagliate visita la pagina del Progetto Linke) Itinerario: Classica salita da Peio per arrivare al Rifugio Mantova Monte Vioz con gli impianti di risalita da Peio al Rifugio Scoiattolo e con il secondo impianto al Rifugio Doss dei Cembri. Da qui si prende il sentiero sentiero che collega il sat 130 -105 dedicato a Matteo Groaz guida alpina di Cogolo che nel 1911 fece da guida alpina alla sezione alpinisti Tedeschi per costruire il sentiero e il rifugio vecchi rifugio Vioz. Si arriva ad una forcella sotto la Cima Vioz 2504 s.l.m. si prosegue sul sentiero 105 passando sotto il Dente Del Vioz 2901 metri s.l.m. e il panorama sulla Val de la Mite per arrivare al Brik dove c'è un tratto servito da cordino di sicurezza. Da qui il sentiero sale a zig zag fino ad arrivare al Rifugio Mantova Vioz 3535 metri s.l.m. Dal rifugio si prosegue per il Monte Vioz si oltrepassa la croce dedicata ai caduti su queste cime e in circa 10 minuti si è in cima al Monte Vioz. Dalla cima del Monte Vioz è ben visibile Punta Linke dove si vede anche una la baracca che serve per i lavori di recupero dell'opera militare della prima guerra mondiale, in circa 15-20 minuti si arriva sulla cima di Punta Linke su traccia ben visibile sul ghiacciaio. Rientro: Per il rientro si può fare per il percorso dell'andata o verso l'impianto di risalita Peio 3000. Da Punta Linke si torna indietro verso il rifugio Mantova Vioz, dal rifugio si prosegue sul sentiero dell'andata sat 105 fino ad arrivare prima del Brik si trova l'indicazione per Peio 3000, il sentiero che scende verso la Valle della Mite è una traccia alpinistica che richiede attenzione è segnata con pali blu e i classici omenetti di pietra si arriva fino al laghetto della Valle della Mite e qui si prosegue sul sentiero sat 138 rifugio Doss dei Cembri, dove si trova l'impianto di risalita per il rientro. Per chi vuole continuare a piedi non fa altro che seguire la strada che scende lungo la pista (dopo circa 200 metri c'è una deviazione è il sentiero di servizio per l'impianto di risalita si accorcia la discesa) da sci fino al rifugio Scoiattolo si continua sulla strada forestale per poi scendere lungo i pali dell'impianto di risalita fino al parcheggio. Difficoltà: EE escursionisti esperti Tempo di percorrenza: 6-7 ore (senza impianti per il rientro) TRACCIA GPS MONTE VIOZ PUNTA LINKE DOWNLOAD

Torna ai contenuti | Torna al menu